Main menu
I calanchi di Aliano

Aliano. Paesaggio lunare, dove il tempo si ferma.

 

Il paese è situato su uno sperone argilloso, nel tipico paesaggio dei "Calanchi", fra il fiume Agri e l'affluente Sauro.
Le sue origini sono remote tanto da far presumere che il territorio sia stato abitato sin dai tempi di Pirro. All'ingresso del paese si trova la casa di Carlo Levi, scrittore e pittore, confinato nel periodo fascista. Qui scrisse il suo libro più noto, "Cristo si è fermato ad Eboli". Molto bella, all'interno dell'abitato, è la chiesa di San Luigi Gonzaga, dedicata al Santo Patrono, costruita nel XVI sec., nel cui interno sono conservate tele di grande valore, risalenti al 1500. Importante è il Museo della Civiltà Contadina, sito in un vecchio frantoio abbandonato, in cui sono conservati antichi affreschi e manufatti. Da visitare assolutamente è il bellissimo "Borgo Antico" per la particolare costruzione delle case costruite con mattoni crudi di argilla. Il paese è circondato da piantagioni di ulivo e dai noti "Giardini di Aliano", soprattutto pescheti e agrumeti.

 

Carlo Levi

Calanchi 

Cosa vedere ad Aliano:
Parco letterario "Carlo Levi": 0835 568074 - https://www.parcolevi.it/ 

Cosa degustare ad Aliano:
gli Gnemurielli: sono involtini fatti con le interiora di agnello o capretto giovane, condite e arrotolate prima di essere messe a cucinare sulla brace.

il Canestrato di Moliterno: è un formaggio IGP a pasta dura, stagionato almeno 60 giorni, ottenuto per il 70-90% da latte intero di pecora e per il rimanente 30-10% da latte intero di capra. Il sapore è dolce nel formaggio fresco, piccante in quello più maturo. 

Come arrivare ad Aliano:
Aliano: calcola il percorso con Google Maps 

Cosa fare ad Aliano:
Sagra della bruschetta II settimana di Agosto.

Festa di San Luigi 21 Giugno.